El Impenetrable grande regione vergine di 6.000.000 di ettari.

Un ambiente fragile. La deforestazione nel Chaco costituisce anche un enorme problema ambientale, perché produce erosione e desertificazione in uno degli habitat più fragili e biologicamente più diversificati del pianeta.

Qui vivono 3.400 specie vegetali, 500 specie di uccelli, 150 specie di mammiferi, 120 specie di rettili e 100 specie di anfibi. Giaguari, puma, formichieri giganti, lontre ne fanno un santuario della biodiversità.

I mennoniti non negano il rischio ecologico, ma sottolineano che la loro attività crea posti di lavoro, e che hanno comprato terre che nessuno voleva; stanno accelerando i disboscamenti, spiegano, perché temono che il governo introduca restrizioni all’abbattimento della foresta.
impenetrable

El Impenetrable è una grande regione vergine di 6.000.000 di ettari situata nella pianura del Chaco occidentale, nel nord-ovest della provincia del Chaco, in Argentina.

Comprende anche parte delle province di Salta, di Santiago del Estero e di Formosa. È delimitata dal Río Teuco, e dal Bermejo e attraversata dal Bermejito.

A centro dell’Impenetrable si trova un parco protetto, il “Parque Provincial Loro Hablador” (o Parco provinciale del Pappagallo parlante), specie di guacamayo sudamericano.

Il clima della regione è subtropicale, secco sia in estate che in inverno, piovoso in primavera e in autunno. Le temperature oscillano tra i 23 °C ed i 47 °C in estate e tra i 6 °C ed i 19 °C in inverno.

Flora.

Nell’Impenetrable sono presenti alberi duri e molte piante spinose, dei grandi cactus arborescenti del genere Cereus, molto ramificati che superano i tre metri di altezza. Vi crescono anche liane e diversi generi di orchidee. Degli alberi come il quebracho colorato e bianco, il Prosopis nigra (algarrobo nero) e Prosopis alba (algarrobo bianco), il palo santo, l’urunday della famiglia delle Anacardiaceae, il prosopis kuntzei o ítin, il “guayacán” (sia il tabebuia della famiglia delle Bignoniaceae sia il Caesalpinia) della famiglia della Fabaceae, il palo borracho, qualche butia yatay della famiglia delle Arecaceae, delle acacie come pure dei frassini.

Fauna.

La regione ospita diverse specie protette, delle specie come il armadillo mulita, il mazama grigio, il pecari (Catagonus wagneri), il puma, il giaguaro, l’ armadillo carreta o cabassous chacoensis, il tamandua o oso melero (genere della famiglia Myrmecophagidae) e i formichieri e formichieri giganti, il tapiro. Sono presenti anche molti uccelli tropicali, alcuni dei quali ad alto rischio di estinzione, come l’ ortalis canicollis o charata (ciacialaca del Chaco), il chajá o chauna torquata (Kaimichi dal collare), i pappagalli loriinae, i piccioni di montagna.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-icon-mate-pava522

Lascia un commento

*