Formosa con il suo nome allude alla bellezza caratteristica da questa regione.

All’estremo nord dell’Argentina, a 1.181 km. da Buenos Aires, si trova la provincia di Formosa. Il suo nome proviene dal termine antico “fermoso”, parola utilizzata per alludere alla bellezza caratterizzata da questa regione.

Nei suoi lunghi fiumi, nelle terre bagnate e pantani, nelle foreste lussureggianti vivono svariate specie d’uccelli esotici.

Ha una popolazione di quasi 200.000 abitanti.

Formosa è il centro principale dell’industria provinciale, dove le risorse naturali dell’area circostante vengono elaborate. Il porto, situato lungo il corso del Paraguay verso il Paraná, è il mezzo di trasporto principale per la produzione della provincia.

Formosa con il suo nome allude alla bellezza caratteristica da questa regione.

Formosa con il suo nome allude alla bellezza caratteristica da questa regione.

Siti d’interesse turistico e culturale della città sono la Cattedrale Nuestra Seńora del Carmen, il Palazzo del Governo, il Giardino Botanico Torelli, il Museo Storico Provinciale, lo stadio calcistico Estadio Centenario, la riserva faunistica Guaycolec, le rive del fiume Paraguay, la Isla de Oro e la piazza centrale dedicata a José de San Martín.

Clima.

Il clima è umido sub-tropicale, con temperature medie fra i 22 °C e i 33 °C in estate e fra i 12 °C e i 23 °C in inverno. Formosa non ha una stagione secca.

La città è servita dall’aeroporto El Pucú (codice FMA), 7 km a sud della città, con voli regolari su Buenos Aires.

Origini.

In origine queste terre erano abitate dagli indigeni Toba e Wichí. L’8 aprile 1879 il Comandante Luis Jorge Fontana fondò l’insediamento che sarebbe diventato capitale del Territorio Nazionale di Formosa dal 1884 al 15 giugno del 1955, quando ottenne lo status di provincia.

Il nome della città e della provincia derivano dall’antico termine spagnolo fermosa (attualmente hermosa) che significa “bella”.

Leggi anche: La notevole estensione dell’Argentina fa che le condizioni climatiche variano sensibilmente da nord a sud.

Formosa è menzionata nel romanzo In viaggio con la zia, di Graham Greene.

Pantano La Estrella.

Fra i parchi nazionali e le aree protette della regione merita speciale accenno il pantano La Estrella, uno dei siti ideali per entrare in contatto con la natura. La sua esuberante vegetazione, dai cromatici verdi, offre sentieri ottimi per una traversata in 4X4. Per chi preferisce avventurarsi nelle sue acque, esistono numerose attrazioni centrate nel fiume Paraguay, nell’affluente Bermejo e nel Pilcomayo.

Artigianato.

Questa provincia è inoltre una destinazione ideale per gli amanti dei pezzi d’artigianato, in particolare per chi si reca al panamericano del Indigena (il 19 aprile), nel quale si tiene il Encuentro de Pueblos Originarios de America, evento unico nel quale si riuniscono le numerose culture indigene del paese. In alcuni luoghi della provincia è possibile inoltrarsi nella cultura delle comunità autoctone e condividere con gli abitanti un’esperienza unica.

Formosa con il suo nome allude alla bellezza caratteristica da questa regione. Condividi il Tweet

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-icon-mate-pava522

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Come sapere bene quanto guadagno con il blog in WordPress.

Lascia un commento

*