Maimarà molteplicitá di toni e di percorsi tortuosi in un paesaggio spettacolare.

Maimarà.

Maimará è un villaggio di montagna, a 74 Km da San Salvador de Jujuy, con modeste costruzioni in stile coloniale, conserva ancora la sua antica chiesa.

Su uno dei fianchi della montagna si trova il cimitero. Si può visitare il laboratorio de los Niños Alfareros e acquistare oggetti d’artigianato locale.

Nelle vicinanze si trova la Posta de Hornillos, antico rifugio dei viaggiatori che si dirigevano verso l’Alto Perù al tempo del Virreinato del Rio de La Plata.
maimara-physical-panoramic-map-of-23s30-65w20

Storia.

Qui hanno pernottato Guemes, Arias e Alvarez Prado, durante le guerre per l’indipendenza. L’area, in passato, era popolata da maimaras e tilcaras.

Museo.

Attualmente funziona come museo, conserva reliquie storiche, armi e resti archeologici.

Paleta del Pintor.

Leggi anche: Il Canale di Beagle attira ogni anno numerosi turisti per la quantità di attrazioni naturalistiche che offre.

Spettacolare la montagna chiamata La Paleta del Pintor per la diversa tonalità dei suoi colori.

Un punto di riferimento nel nord-ovest della città è il mulino Chicapa. Vecchio alloggio di farina attraverso il Rio Grande a La Banda. Costruito nel 1888 con materiali locali portati da Iruya. Produzione di farina fornita in una vasta regione. Ce servono per la preparazione di chicha, bevanda tradizionale consumato durante le festività.

Cimitero.

Il suo tipico del cimitero su una collina sul lato del percorso, si riferisce al particolare rapporto degli abitanti del villaggio con la morte. La necropoli è uno dei luoghi più interessanti del torrente. Mette in evidenza l’architettura insolita, alcune volte all’inizio del ventesimo secolo, con le aste apunteados, curve e mixtilinios.

Per la festa di Santa Ana, il 26 luglio, viene allestita una fiera dove si possono trovare tutti i tipi di oggetti e piatti in miniatura, personalizzati presente in quasi tutti i popoli della Quebrada.

Galleria d’immagini.

        

Maimarà molteplicitá di toni e di percorsi tortuosi in un paesaggio spettacolare. Condividi il Tweet

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-icon-mate-pava522

 

Lascia un commento

*