Patagonia, spazi enormi e selvaggi battuti dai venti e la luce intensa.

Formata dalle province di La Pampa, Neuquen, Rio Negro, Chubut e Santa Cruz la Patagonia Argentina offre agli occhi del visitatore una natura che non ha conosciuto, se non nei pochi centri urbani, l’intervento dell’uomo.

Spazi enormi e selvaggi battuti dai venti e la luce intensa danno immediatamente la sensazione di essere in una terra alla “fine del mondo”.

Estensione.

La Patagonia è la zona più australe dell’Argentina, e con i suoi 787.291 Km quadrati rappresenta un terzo del territorio nazionale.
patagonia

 

Nonostante la sua estensione la Patagonia è senza dubbio la regione meno densamente popolata del Paese.
La patagonia si estende da nord a sud dal río colorado fino alla Terra del Fuoco, e da ovest a est dalla cordigliera andina all’Oceano Atlantico.

Conformazione del territorio.

Dal punto di vista geomorfologico si distinguono due aree distinte: la patagonia andinaPatagonia extrandina caratterizzata dalla presenza di altipiani, steppe ed enormi estensioni ventose e semideserticheche si estendono fino all’Oceano Atlantico. caratterizzata dalle estreme propaggini della cordigliera delle Ande con le sue cime intervallate da valli e ghiacciai, i paesaggi di laghi e pini.

patagonia_india4

Idrografia.

Quasi tutti i fiumi patagonici nascono dalle montagne andine e sfociano nell’Oceano Atlantico con l’eccezione del Futaleufu che termina invece nell’Oceano Pacifico.

I maggiori fiumi sono: Colorado, Negro, Chubut, Deseado, Sta Cruz, Caig, Gallegos e el Grande.

Nella zona andina si incontrano i più grandi laghi del paese: Lácar, Nahuel Huapi, Merendez, Futalefquen, Viedma e il Lago Argentino.

Clima patagonico.

Il clima patagonico è freddo e secco con una temperatura media di -15ºC sulla costa e –30ºC nelle zone continentali, temperature che scendono in inverno a –20º e –40ºC rispettivamente.

A est delle pendici andine, le fresche e aride steppe della Patagonia danno nutrimento a enormi greggi di pecore, la cui lana viene quasi interamente esportata in Europa. L’influenza del clima marittimo dell’Atlantico in genere mantiene temperature relativamente miti anche in inverno, quando la pressione atmosferica più uniforme modera i forti venti che soffiano per gran parte dell’anno.

Attività.

A seconda della stagione, escursioni a piedi, trekking, sci e alpinismo sono tra le attività sportive più comuni.
Gli amanti degli sport devono essere preparati a condizioni climatiche variabili e spesso inclementi.


http://unecodalsud.files.wordpress.com/2007/01/alberto-053.jpg

fonti: 

Patagonia Express

Images of the World

Immagini del Mondo

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-icon-mate-pava522

 

One thought on “Patagonia, spazi enormi e selvaggi battuti dai venti e la luce intensa.

Lascia un commento

*