Crea sito

Il Cerro Hielo Azul ha uno dei ghiacciai più importanti della zona.

Il Cerro Hielo Azul ha uno dei ghiacciai più importanti della zona. Le sue crepe del ghiaccio sono tinte di un colore blu intenso che affascina i suoi visitatori.

All’interno della geografia vicino a El Bolsón, una delle colline più belle si chiama Hielo Azul ed è, per molti, una delle più pittoresche per salire e vedere tutto dall’alto.

A 1.500 metri sul livello del mare c’è un rifugio dove i visitatori possono godere di un imponente anfiteatro di roccia naturale circondato da una foresta di lengas che nevica durante gli inverni più freddi.

A los 1.500 metros sobre el nivel del mar

Una piccola baita offre riparo a coloro che hanno osato arrivarci. Inoltre, questo rifugio è ideale per il campeggio, purché tu sia consapevole di quanto cauto dovrebbe essere per evitare gli incendi boschivi.

Il percorso totale è di sei ore a tratta dal Blue River e quattro ore indietro, poiché la strada diventa più veloce a causa del declino. È una salita ripida con un dislivello di 1.200 metri. Il sentiero attraversa il fiume blu a 300 metri sul livello del mare.

Parte dalla città di El Bolsón al campeggio Hue Naim, che si trova a soli 8 chilometri sopra la costa del fiume Blu, e da lì il visitatore inizia a cercare il percorso che segue il corso del fiume. Il percorso è molto ben segnalato e difficile da perdere.

Leggi anche:  La squisita sobrietà e sottigliezza della musica medievale rivive nell'ambiente con il Grupo Languedoc.

La strada sale ripida per circa quindici minuti fino a raggiungere un piccolo (molto vecchio) edificio, che deve essere delimitato. Quindi sulla strada compaiono diversi ruscelli (in estate sono generalmente asciutti) e continuano a salire mentre la vegetazione diventa più bassa e più aperta, fino a raggiungere un centro commerciale chiamato Mallín de los Palos.

Una volta attraversato il maglio, la strada diventa più ripida e inizia a salire ripida fino a raggiungere una piccola vetta dove la vista panoramica sul fiume Raquel è unica: l’alveo di questo fiume scorre più di 200 metri sotto i nostri piedi.

Continua a salire fino a raggiungere un punto in cui la strada si biforca e devi prendere quella a sinistra. Sebbene sia ben marcato, è spesso fonte di confusione quando l’area è sconosciuta. Pertanto, si consiglia spesso di effettuare questa escursione in gruppo.

Da questo punto in poi, il morso continua ad attenuarsi fino a quando non entra in contatto con il torrente Teno e confinandolo, raggiunge finalmente il rifugio cercato. Dal rifugio, è possibile raggiungere il ghiacciaio Blue Ice, la cima del Black Barda; Da qui la vista sulla catena montuosa è eccellente.

Un posto unico, nei dintorni di una città imperdibile.

Leggi anche:  Argentina Tour, i 10 articoli più letti nel mese di Gennaio 2016.

Il percorso totale è di sei ore a tratta dal Blue River e quattro ore indietro, poiché la strada diventa più veloce a causa del declino. È una salita ripida con un dislivello di 1.200 metri. Il sentiero attraversa il fiume blu a 300 metri sul livello del mare.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.