Museo Gauchesco e Parco Criollo in San Antonio de Areco, nel cuore della campagna argentina.

San Antonio de Areco.

San Antonio de Areco è uno dei paesi più caratteristici e antichi della campagna argentina.

Il paese e la zona circostante trovano la propria origine in una cappella innalzata nella estancia del facoltoso Josè Ruiz de Arellano, sotto la protezione di S. Antonio di Padova.

Popolazione.

La popolazione di Areco era sotto l’amministrazione del Cabildo de Lujan fino al 1762, anno in cui venne istituita una municipalità sorella, chiamata Partido San Antonio de Areco.
areco museo

La costruzione è un’ amalgama armonica di edifici di fine secolo e chalet moderni.

Museo.

Il museo è suddiviso in camere che hanno nomi diversi: Camera Ricardo Güiraldes, la Camera Ricardo Güiraldes II, la Sala del Gaucho, la Sala del Estanciero, il Consiglio di Stanza degli Scrittori Alberto Güiraldes e Adelina Sala del Carril, insieme a un negozio di alimentari, una cappella e un parco.

Gran parte degli edifici della città, per rispettare lo stile di quelli che risalgono alla sua fondazione, hanno ricevuto la denominazione municipale di “lugares significativos”.

Edifici.

Tra questi:

la casa del sacerdote inglese,

la chiesa di S.Antonio da Padova,

la casa municipale, l’antico municipio,

il magazzino La Esquina de Don Segundo Sombra,

la casa di Emma Rojo, la casa di Gassaniga,

la tenuta di Guerrico,

il Fogòn Guirlandes,

il ponte vecchio,

la casa di doña Dolores Goñi de Guirlandes,

il Prado Español.

areco museo1

Da Visitare.

POSTA DE MORALES: Fu una delle prime poste nella provincia di Buenos Aires. Venne dichiarata Lugar Historico Provincial.

PARQUE CRIOLLO E MUSEO GAUCHESCO “RICARDO GUIRALDES”: Venne fondato il 16 ottobre del 1938. La casa, che è sede del museo e riproduce un’autentica estancia antica.

Si erge al centro del parco, circondata da un fosso, alla maniera di una trincea ed è decorata con cannoni.

Attraversando un ponte levatoio si arriva all’edificio, che è composto da tre parti:

il casco, con cinque sale, la ermita di S.Antonio, piccolo santuario dove si venera l’immagine di S.Antonio che risale al XVII secolo;

la “tahona” che è dell’anno 1848 -macchinario in legno che serviva per macinare il grano- si trova insieme alla “pulperia”;

“La Blanqueada”, con una vetrina con inferriate per servire i clienti.

ZOOLOGICO E MUSEO “CARLOS MERTI”: Possiede un’importante collezione di flora e fauna della zona.

areco museo4

SOLAR DE JUAN HIPOLITO VIEYTES: Una targa segnala il luogo che era occupato dalla sua casa natale.

MONOLITO A “RICARDO GUIRALDES”: venne eretto in omaggio al poeta, il 9 luglio del 1929.

PONTE VECCHIO: costruito nel 1857. E’ il primo ponte dove si pagava il pedaggio.

CIMITERO: Conserva i resti di Ricardo Guiraldes e di sua moglie, e scritti sul personaggio del poeta, ” Don Segundo Sombra”.

MUNICIPALITA’:edificio in architettura italica, costruito nel 1885.

CHIESA E CASA PARROCCHIALE:costruita nel 1870.

ANTICO MUNICIPIO: E’ del 1886. I suoi saloni furono scenario d’importanti esposizioni e fatti culturali che diedero origine al “Dia de la Tradiciòn”.

CASA DE BURGUEÑO: Costruzione del secolo XIX. Residenza storica.

areco museo2

Da Visitare:

Biblioteca Manuel Belgrano e Archivio Storico Municipale. Plaza Arellano. Casa de Zapiola. Rancho Atelier del pittore Gasparini. Club Nautico. stabilimento balneare Municipale. Stazione ferroviaria Gral. Bme. Mitre. Estancia Cinacina, situtata a sei isolati dalla piazza principale (tra Mitre e Pellegrini), dove si svolgono spettacoli e balli folkloristici, corse di cavalli. Ci sono graticole per cucinare l’asado, una “pulperia” autentica trasferita dal 9 de Julio e una collezione familiare di carri.

Escursioni.

ESTANCIA “LA BAMBA”: appartiene alla famiglia Aldao. La costruzione originale è della metà del secolo. E’ formata da due case con otto stanze e una piscina, funziona come hotel, con pensione completa e sale per conferenze durante tutto l’anno, tranne che a febbraio. C’è la possibilità di giocare a golf e a tennis al Country Club di Areco, che dista 8 km. Si può cavalcare, pescare nel fiume Areco che attraversa l’estancia, passeggiare con carri e osservare gli uccelli; a due kilometri si trova l’aereoclub.

ESTANCIA “LA PORTEÑA”: Estancia “criolla”, con alloggio (6 stanze) pensione completa, piscina e sala per conferenze; offre inoltre equitazione polo e tennis (a 4 km) e aeroclub (a 2 km).

ESTANCIA “LOS PATRICIOS”: Estancia accogliente con alloggio ( 5 stanze) pensione completa, piscina, carri, polo, paddle, equitazione, golf (a 5 km) e aeroclub (a 8 km).

Leggi anche: Sierra de la Ventana, per trascorrere una vacanza in pieno contatto con la natura.

areco museo3areco museo5areco museo6

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:

feed-rss-icon-mate-pava522

 

2 thoughts on “Museo Gauchesco e Parco Criollo in San Antonio de Areco, nel cuore della campagna argentina.

  1. Molto bello, è un posto tipico, ci sono tante pecore e tanti cavalli. Abbiamo visto i gauchos con l’abito tipico, che andavano a cavallo per i boschi.

Lascia un commento

*